La parodontite riduce la potenza dei muscoli masticatori

La presenza di denti con scarso supporto osseo, come accade nei soggetti affetti da malattia parodontale, diminuisce l’efficacia della masticazione. Questa è condizionata dalla forza dei muscoli masticatori, dal numero di denti di cui disponiamo, ma anche da fattori esterni all’organismo quali la durezza/consistenza del cibo e la sua quantità presente in bocca durante la triturazione degli alimenti. In uno studio recentemente pubblicato è stato valutato l’effetto della parodontite sull’efficacia della masticazione. L’efficienza masticatoria è stata valutata attraverso un esame che studia l’attività elettrica dei muscoli (elettromiografia) che vengono attivati quando mangiamo. Dalle ricerche effettuate è emerso che i pazienti affetti da malattia parodontale sono contraddistinti da una forza del morso ridotta rispetto ai pazienti sani.
Pertanto i dati emersi da questo studio indicano che le malattie dei tessuti di sostegno dei denti hanno ripercussioni negative sulla nostra capacità di masticare e quindi di digerire il cibo anche perché riducono la potenza dei muscoli della bocca. Un motivo in più per fare prevenzione!

I commenti sono chiusi